Masterclass con il flautista ANTONIO CARRILHO

da Lunedì, Novembre 23, 2015 a Mercoledì, Novembre 25, 2015
erasmus+

 

MASTERCLASS ERASMUS+ di FLAUTO DOLCE

Sede Staccata Via Bertacchi 15 AULA 5
 
Lunedì 23 Novembre ore 10-13; 14.30-17.30 
Martedì  24 Novembre ore 10-13; 14.30-17.30
Mercoledì 25 Novembre ore 10-13; 14.30-17.30 

Biografia

António Carrilho sviluppa una intensa carriera come solista con un repertorio che va dal Medio Evo ai nostri giorni. Il suo gusto eclettico lo porta ad ideare progetti pluri-disciplinari, coinvolgendo musicisti, attori, ballerini e spettacoli multimediali.

Come solista si è esibito in concerto con le orchestre: Gulbenkian, Sinfonica Portuguesa, Orchestrautopica, Sinfonietta de Lisboa, Divino Sospiro, Sinfonica da Póvoa de Varzim, Orquestra barroca do Amazonas (Brasile), Orquestra de Cascais e Oeiras, Concerto Balabile (Holanda) e è stato premiato ai Concorsi Internazionali Recorder Moeck Solo Competition  (Inglaterra), e Recorder Solo Competiton of Haifa (Israel).

È invitato regolarmente in festival importanti in Europa, America e Asia. Collabora con diversi gruppi di musica antica, contemporanea e world music in Portogallo, Spagna, Olanda, USA e Belgio. È membro fondatore di MudançAEnsemble, un gruppo che propone il confronto inedito tra repertori apparentemente incompatibili attraverso uno sguardo contemporaneo.

Si esibisce regolarmente con: La Paix du Parnasse (Spagna); Syrinx : XXII (USA); Ciudate (Olanda), insieme al tenore Marcel Beekman; in duo con il percussionista Pedro Carneiro; in duo con il clavicembalista Cristiano Holtz e con il duo Borealis ensemble con la fortepianista Helena Marinho. È Professore Aggiunto presso la ESART - Escola Superior de Artes Aplicadas -, con la cattedra di Flauto dolce e Musica da Camera. È regolarmente invitato al Corso di Musica Antica di Urbino, ai Corsi Internazionali di Musica Antica di Arija - Burgos (Spagna); dà Masterclass di Musica da Camera e flauto dolce nel Palácio Foz di Lisbona e nel Lisbon Masterclasses nei Monumenti storici della città. Ha tenuto corsi e orientato stages in Portogallo, Olanda, Germania, Italia, India e Brasile.

Ha inciso per la Encherialis musiche di Bartolomeu de Selma y Salaverde con il gruppo Anthonello (Tokio/ Giappone); per la Numérica la Suite Concertante per flauto dolce e orchestra di Sérgio Azevedo, com l’Orchestra di Póvoa de Varzin/ Osvaldo Ferreira; per la Portugaler i “Vilancicos Negros” con il Coro Gulbenkian/ Jorge Matta; per la Naxos Il Trionfo d´Amore di Francisco António de Almeida con i Músicos do Tejo/ Marcos Magalhães.  Dirige regolarmente opera barocca, Tra le sue direzioni ci sono: Dido and Aeneas di Purcell, La descente d´Órphée aux enfers di Charpentier, La Serva Padrona di Pergolesi, La Dirindina di Scarlatti, Don Quijotte chez la Duchese di Boismortier, Venus and Adonis di John Blow e Arlechinatta di Salieri. Nell’ambito della musica contemporanea ha diretto musiche di Stockhausen, Piazzolla e Daniel Schvetz.

Tra i suoi prossimi progetti c’è la registrazione di un CD dedicato a J.S. Bach con il clavicembalista Cristiano Holtz per la Hortus, e con il gruppo MudançAEnsemble una registrazione con il patrocinio della GDA. Con il duo Borealis ensemble registrerà un CD con opere comissionate ai compositori Sara Carvalho e António Chagas Rosa, con il patrocinio della Dgartes.

In questa stagione ha previsto una tournée negli USA; debutterà come solista con l’ Orquestra Metropolitana de Lisboa; terrà recitals in Olanda (Korzo em Den Haag/ Ostade A´dam – Muziek. Theater. Cultuur in Amsterdam); concerti di musica da camera in Norvegia, un recital nel Museo della Fundação Gulbenkian di Lisbona, concerti come solista con l’Orchestra da Camera di Cascais e Oeiras, oltre a vari concerti in Germania, Portogallo e Spagna. Ha progetti in corso con l’Orchestra Barocca do Amazonas, in Brasile, participando in concerti, masterclass e simposi. Debutterà a solo con l’Orchestra Barocca di Nagoya (Giappone), dove si esibirà in recitals e terrà una Masterclass di musica antica. Ministra Masterclass nei Conservatori di Plasencia (Spagna) e di Padova (Italia).