Sampling in Composition and Performance Practice SaMPL School con Carl Stone e Mikiko Yui (Realistic Monk)

da Martedì, Marzo 7, 2017 a Mercoledì, Marzo 8, 2017

 

SAMPLING IN COMPOSITION AND PERFORMANCE PRACTICE 
SaMPL School con Carl Stone e Mikiko Yui (Realistic Monk)

Workshop e concerto in collaborazione con il Centro d'Arte

 

Martedì 7 e mercoledì 8 marzo 2017

 

Concerto martedì 7 marzo 2017, ore 20.30  

Auditorium “C. Pollini” –  via C. Cassan 17, Padova.

 

 

PROGRAMMA

Martedì 7 marzo 2017
ore 12.00 briefing
ore 14.00-18.00 setup & rehearsals
ore 20.30 concerto 

Mercoledì 8 marzo 2016
ore 10.00-13.00 laboratorio
ore 14.00-17.00 laboratorio

La sede di svolgimento dei lavori il 7 marzo è via Eremitani 18, 35121 Padova - auditorium del Conservatorio "C. Pollini".
La sede di svolgimento dei lavori l'8 marzo è via Bertacchi 15bis, 35127 Padova.

 

 

DESTINATARI E ISCRIZIONI

Il workshop è rivolto in particolare agli studenti di musica elettronica di triennio e biennio, ma possono partecipare anche gli studenti in possesso di basilari conoscenze di elettroacustica e informatica musicale.

Le attività  di formazione si svolgono in collaborazione con il Centro d'Arte degli Studenti dell'Università  di Padova e con il sostegno della Regione Veneto. L'iscrizione si effettua a titolo gratuito per gli studenti del Conservatorio di Padova e della Regione e, nei limiti dei posti disponibili, ai giovani di età  compresa tra i 18 e i 30 anni residenti o domiciliati in Veneto che non svolgono attività lavorativa, di tirocinio e di formazione accreditate.

Le iscrizioni saranno gestite attraverso il sito http://ocs.sme-ccppd.info
Temporaneamente, a causa di guasto Telecomitalia e inaccessibilità  del sito, per l'iscrizione contattare il prof. Giorgio Klauer (giorgio.klauer@conservatoriopollini.it).

La frequenza alle attività dà luogo all'attribuzione di crediti formativi.

 

 

ARGOMENTO DEL WORKSHOP

Composizione musicale elettroacustica, improvvisazione e performance possono essere considerati approcci artistici separati fin tanto che una prassi artistica settorializzata produce opere il cui rilievo è sostenuto all'interno di contesti di creazione e ricezione dove coesistono figure con competenze molto specifiche e distinte. Vi sono però molteplici ambiti musicali, con le proprie vive comunità di artisti e pubblico, dove i confini tra composizione, improvvisazione e performance sono sfumati: vengono ad esempio applicati procedimenti decisionali in tempo reale riguardo ai percorsi formali da intraprendere, i suoni da utilizzare e i processi da implementare; i processi si svolgono davanti al pubblico e sono azionati dai medesimi autori.

E’ interessante notare, retrospettivamente, come il passaggio dall'analogico al digitale e il processo storico della virtualizzazione delle tecniche di elaborazione e degli apparecchi dello studio elettroacustico non abbiano tutto sommato travolto i meccanismi di produzione dove gli approcci sono tradizionalmente settorializzati, ma abbiano invece allargato e irrobustito approcci più ibridi. Se questi erano legati, durante gli anni Sessanta e Settanta, all'attività  di pochi artisti cross-disciplinari autori di opere sperimentali (cui peraltro le esperienze contemporanee spesso si rifanno o sono in parte collegabili), l'accessibilità  delle piattaforme informatiche su cui programmare i processi musicali ha fatto sì¬, da una parte, che all'interno della pratica musicale si siano infiltrate istanze prerogativa della ricerca scientifica (creando svariate comunità  e le rispettive conferenze internazionali), e dall'altra, che assumessero consistenza nuovi filoni della creatività  elettroacustica dove composizione, improvvisazione e performance si ibridano in modo autonomo, salvaguardando una forma di indipendenza del discorso prettamente artistico.

La school sul sampling intende focalizzare uno di questi ultimi filoni. Già  l'accezione del termine rappresenta una provocazione: sampling qui non è la tecnica della digitalizzazione, nè l'arte dell'acquisizione sonora, quanto piuttosto l'arte di gestire creativamente i campioni sonori in generale, a partire dall'atteggiamento selettivo o l'acquisizione con "intenzione", fino alla loro amministrazione in tempo reale durante l'esecuzione.

Sampling è un termine riassuntivo di scenari potenzialmente complessi quali una musica acusmatica, o una computer music, realizzate in tempo reale.

 

 

GLI ARTISTI

Carl Stone è considerato uno dei pionieri della live computer music. Fin dagli anni 80 il Village Voice lo ha battezzato "il re del campionamento" e "uno dei migliori compositori oggi attivi negli USA". Stone ha iniziato a impiegare computer dal vivo fin dal 1986, interfacciandoli con campionatori e sintetizzatori FM. Nato a Los Angeles nel 1954, Stone ha studiato al California Institute of the Arts con Morton Subotnick e James Tenney, e compone (e improvvisa) quasi esclusivamente musica elettroacustica fin dal 1972. Eseguito in tutti i continenti, Stone ha ricevuto numerosi e prestigiosi premi. Molto ampio è elenco delle sue collaborazioni musicali, spesso in duo: Michiko Akao, Pearl Alexander, Samm Bennett, Sarah Cahill, Gianni Gebbia, Mineko Grimmer, Haco, Alfred Harth, Madoka Kono, Gil Kuno, Min Xiao-Fen, Otomo Yoshihide, Kazue Sawai, Elliott Sharp, Yasuaki Shimizu, Stelarc, Aki Takahashi, Yuji Takahashi, Tosha Meisho, Kazuhisa Uchihashi, Wu Na, Wu Wei, Michiyo Yagi, z’ev, oltre a diversi coreografi. Oltre a comporre e tenere concerti, Stone insegna presso l”Information Media Department” dell’Università  di Chukyo in Giappone. La sua musica è stata pubblicata da New Albion, CBS Sony, Toshiba-EMI, EAM Discs, Wizard Records, Trigram, t:me recordings, New Tone/Robi Droli, Unseen World e varie altre etichette.

http://www.rlsto.net

 

Miki Yui, nata a Tokyo ma dagli anni 2000 residente in Germania, dove ha studiato, ha un retroterra eclettico e si è formata sia come artista visiva e concettuale sia come musicista. Il suo lavoro, che è¨ spesso di tipo installativo e si situa tra la composizione e la sound art, ha spesso a che fare con la memoria di eventi vissuti e con le tracce e le scie di quelli, spesso deboli o evanescenti.

http://www.mikiyui.com