Giorgio Klauer

Klaurer

Giorgio Klauer si è formato presso il Conservatorio di Trieste e la Scuola di Paleografia e Filologia Musicale di Cremona (Università di Pavia). È diplomato in musica elettronica (2003), composizione (1999), direzione di coro (1999), flauto (1995) e laureato in musicologia (2006).

Già titolare della cattedra di Esecuzione e interpretazione della musica elettroacustica presso il Conservatorio di Como (2007-2012) e docente di discipline afferenti al settore della musica elettronica e delle tecnologie del suono presso i Conservatori di Genova (2008-2010) e Trieste (2007-2013), presso il Conservatorio di Padova ricopre la cattedra di Informatica musicale (2012-), è coordinatore della Scuola di Musica Elettronica ed è membro del comitato scientifico del Sound and Music Processing Lab (SaMPL).

Impegnato nella comunicazione e nell'innovazione delle pratiche musicali legate al suo settore, è membro direttivo dell'Associazione di Informatica Musicale Italiana (AIMI), membro del Coordinamento Nazionale dei Docenti di Musica Elettronica (CoME) e fondatore del collettivo artistico cantierezero (2010).

Autore di pubblicazioni di carattere scientifico e artistico, in ambito accademico ha curato progetti di produzione musicale, seminari, laboratori e contribuito all'organizzazione di convegni.

Il suo principale ambito di attività è costituito dall'applicazione degli argomenti del sound and music computing ai fini creativi e in particolare l'estrazione di descrittori qualitativi dell'audio, la sintesi per modellizzazione fisica e i sistemi interattivi.

Come compositore di musica elettroacustica e mista per strumenti ed elaboratore mira a risolvere le problematiche della creatività sviluppando originali sistemi di composizione, analisi/sintesi ed elaborazione del suono: ricercando l'unità dell'opera d'arte, progetta da zero gli ambienti informatici e di physical computing da usare nel processo creativo e cura personalmente in una costante attività di esecuzione musicale la presentazione pubblica e l'interpretazione.

È interprete del repertorio elettroacustico e misto storico e contemporaneo.

Avvicinatosi di recente al campo del design dell'interazione sonora e alla sound art, ha avviato un graduale ripensamento della musica d'arte basato sulla metodologia e l'attitudine alla ricerca, dedicando particolare attenzione al momento della produzione musicale e alla progettazione dell'evento artistico come strumenti di creazione e trasferimento di nuova conoscenza.

I suoi lavori sono stati presentati in conferenze internazionali tra cui Digital Research in the Humanities and Arts (Londra 2014), Linux Audio (Karlsruhe 2014), International Computer Music Conference (Atene 2014, Ljubljana 2012, Barcellona 2005, Goteborg 2002), Colloquio di Informatica Musicale (Trieste 2012, Torino 2010, L'Aquila 2000), New Interfaces for Musical Expression (Genova 2008), Arte/Scienza (Roma 2004), e festival - Electric Shock Hazard (Salerno 2015), Sonorities (Belfast 2014), l'Arsenale Nuova Musica (Treviso 2012), European Conference of Promoters of New Music (Amburgo 2011), Eterotopie (Mantova 2011), Konzerte ÖGZM (Vienna 2011), EMUFest (Roma 2010), Radio Bremen (2006), musicaXimmagine (Firenze 2005), Images Sonores (Liegi 2004), La Costruzione del Suono (Mestre 2004), Trois visages de la musique électroacoustique (Bruxelles 2003), Electric Rainbow Coalition (Dartmouth College 2001).

Giorgio Klauer was educated at the Conservatory of Trieste and at the School of Music Paleography and Philology of Cremona (University of Pavia). He holds his academic diploma in electronic music (2003), composition (1999), choir direction (1999), flute (1995) and his laurea in musicology (2006).

He joined the Conservatory of Padova in 2012 after being professor of Electroacoustic music performance practice at the Conservatory of Como (2007-2012) and teaching subjects related to electroacoustic music and sound technology at the Conservatory of Genova (2008-2010) and Trieste (2007-2013). He is currently professor of Music informatics, coordinator of the department of New technologies and music languages, and board member of the Sound and Music Processing Lab (SaMPL).

Committed to the communication and the innovation of music practices related to his area of expertise, he is board member of the Italian Association of Music Informatics (AIMI), member of the Italian Electroacoustic Music Academic Coordination Team (CoME), and co-founder of the artist collective cantierezero (2010).

Author of scientific and artistic publications, he has been involved as a curator for music production projects, seminars, workshops, and in the organization of conferences.

His main field of activity is sound and music computing for creative applications, particularly topics such as perceptual feature extraction, physical modeling synthesis, and interactive systems, applied in music artworks.

As a composer of electroacoustic and mixed music he aims at resolving creative issues by developing original computer toolkits for composing, analysing and processing sound: inquiring into the unity of the musical work, he designs the computer environments and the physical computing systems to be used along the creative process from scratch, and becoming personally involved in public presentation and performance.

He is a performer of electroacoustic and mixed repertoire, as well as of contemporary pieces.

Being recently concerned with sound interaction design and sound art, he initiated a gradual rethinking of art music based on research methods and attitude, paying particular attention to the moment of music production and art event design as an instrument to create and transfer new knowledge.

His works have been presented at several conferences - Digital Research in the Humanities and Arts (London 2014), Linux Audio (Karlsruhe 2014), International Computer Music Conference (Athens 2014, Ljubljana 2012, Barcelona 2005, Goteborg 2002), Colloquium on Musical Informatics (Trieste 2012, Torino 2010, L'Aquila 2000), New Interfaces for Musical Expression (Genua 2008), Arte/Scienza (Rome 2004), festivals - Electric Shock Hazard (Salerno 2015), Sonorities (Belfast 2014), l'Arsenale Nuova Musica (Treviso 2012), European Conference of Promoters of New Music (Hamburg 2011), Eterotopie (Mantua 2011), Konzerte ÖGZM (Vienna 2011), EMUFest (Rome 2010), Radio Bremen (2006), musicaXimmagine (Firenze 2005), Images Sonores (Liège 2004), La Costruzione del Suono (Mestre 2004), Trois visages de la musique électroacoustique (Brussels 2003), Electric Rainbow Coalition (Dartmouth College 2001).

MasterClass
da Martedì, 7 Marzo 2017 a Mercoledì, 8 Marzo 2017

Sampling in Composition and Performance Practice SaMPL School con Carl Stone e Mikiko Yui (Realistic Monk)

 

SAMPLING IN COMPOSITION AND PERFORMANCE PRACTICE 
SaMPL School con Carl Stone e Mikiko Yui (Realistic Monk)

Workshop e concerto in collaborazione con il Centro d'Arte

 

Martedì 7 e mercoledì 8 marzo 2017

 

Concerto martedì 7 marzo 2017, ore 20.30  

Auditorium “C. Pollini” –  via C. Cassan 17, Padova.

 

 

MasterClass
da Martedì, 7 Marzo 2017 a Mercoledì, 8 Marzo 2017

Sampling in Composition and Performance Practice SaMPL School con Carl Stone e Mikiko Yui (Realistic Monk)

 

SAMPLING IN COMPOSITION AND PERFORMANCE PRACTICE 
SaMPL School con Carl Stone e Mikiko Yui (Realistic Monk)

Workshop e concerto in collaborazione con il Centro d'Arte

 

Martedì 7 e mercoledì 8 marzo 2017

 

Concerto martedì 7 marzo 2017, ore 20.30  

Auditorium “C. Pollini” –  via C. Cassan 17, Padova.

 

 

MasterClass
da Martedì, 7 Marzo 2017 a Mercoledì, 8 Marzo 2017

Sampling in Composition and Performance Practice SaMPL School con Carl Stone e Mikiko Yui (Realistic Monk)

 

SAMPLING IN COMPOSITION AND PERFORMANCE PRACTICE 
SaMPL School con Carl Stone e Mikiko Yui (Realistic Monk)

Workshop e concerto in collaborazione con il Centro d'Arte

 

Martedì 7 e mercoledì 8 marzo 2017

 

Concerto martedì 7 marzo 2017, ore 20.30  

Auditorium “C. Pollini” –  via C. Cassan 17, Padova.