I SABATI DEL CONSERVATORIO 2016 - XVIII Edizione

Martedì, Febbraio 9, 2016
Locandina Sabati 2016

 

         Per noi del Pollini è motivo di grande soddisfazione notare come l’attuale momento di acuta crisi economica non abbia inciso sulla quantità delle domande di iscrizione che ogni anno vengono presentate al nostro Conservatorio. Ciò nonostante le famiglie degli studenti più giovani inevitabilmente hanno preso l’abitudine di informarsi in Conservatorio sugli sbocchi professionali che il percorso Accademico può proporre ai loro figli. A prescindere dal fatto che il nostro Paese col tempo è divenuto una delle principali fucine di musicisti esportando di conseguenza talenti nelle orchestre di tutto il mondo, va detto che lo studio della musica è utile in sé, sia perché rafforza la personalità ma anche perché accresce naturalmente e permanentemente le facoltà cognitive, come l’approfondita ricerca scientifica degli ultimi anni ha dimostrato in maniera inequivocabile grazie all’utilizzo di sistemi diagnostici sempre più raffinati (cfr. “Neurosciences in music pedagogy”, Gruhn e Rauscher, 2007). Tutto questo, in sostanza, fa sì che affrontare un percorso di studi in Conservatorio, a prescindere dagli sbocchi lavorativi, fornisce al giovane “una marcia in più”, qualunque professione egli scelga di svolgere nella vita. È importante sottolineare questo dato proprio nel programma di sala de “I Sabati del Conservatorio”, la rassegna più significativa che il Pollini da 18 anni offre alla città. Lo scorso anno ogni concerto ha registrato il “tutto esaurito” per cui nel complesso abbiamo ospitato in Auditorium almeno 4200 spettatori. L’occasione è quindi la migliore possibile per condividere col nostro numeroso pubblico quanto la musica sia importante per la qualità della vita dell’essere umano. E se ci fosse anche solo una famiglia che, grazie all’esperienza de “I Sabati”, desiderasse iscrivere il proprio figlio o figlia in Conservatorio, sarebbe certamente un grande successo umano e formativo per tutti noi.

 

Il Direttore
M° Leopoldo Armellini

Programma XVIII Edizione

13 febbraio - 19 marzo 2016 Ore 18.00 - Ingresso libero
Auditorium “C. Pollini” via Carlo Cassan, 17

Per maggiori informazioni, cliccare sull’evento desiderato.

 

Sabato 13 febbraio | Il sax, il jazz e la danza
Musiche di J. Girotto, A Piazzolla, F. Mercury, T. Monk, P. Alessandrini, G. Gerswhin, E. Pieranunzi, W. Shorter, J. Green, S. Rivers
​Gli studenti e i docenti del Conservatorio Pollini aderiscono alla Giornata di protesta e di proposta negli Istituti Superiori Musicali italiani con un segno ben visibile: durante il concerto del 13 febbraio, prima data de “I Sabati del Conservatorio 2016”, apporranno sull’abito da concerto un fiocco celeste, colore dei Diplomi Accademici AFAM.

Sabato 20 febbraio | Tintinnar di cembali
Musiche di J. S. Bach

Sabato 27 febbraio | Concerto per grand’Organo
Musiche di W. A. Mozart, A. Guilmant, J. Magdić, J. S. Bach, B. Papandopulo

Sabato 5 marzo | Il Pianista virtuoso
Con gli studenti del Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza | Musiche di G. Ligeti, M. Ravel, C. Debussy, S. Rachmaninov

Sabato 12 marzo | La musica nella Grande Guerra
con il Simultaneo Ensemble del Consorzio dei Conservatori del Veneto. Concerto inserito nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della Prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale
Musiche di I. Stravinskij, A. Schoenberg, D. Milhaud

Sabato 19 marzo | “L’Auditorium all’Opera” - Gran galà lirico
Con gli allievi della Masterclass di Mara Zampieri. In programma arie tratte dalla grande tradizione lirica fra ’800 e ’900