INFORMAZIONI

Chitarra

Requisiti di accesso

Per essere ammessi al “Triennio di Chitarra” il candidato deve:

  • essere  in  possesso  di  Diploma  di  Maturità  quinquennale  o  titolo  di  studio  equipollente  conseguito all'estero;
  • aver superato l’esame di ammissione.

Potranno  essere  riconosciuti  come  crediti  formativi,  ulteriori  conoscenze  ed  esami  sostenuti  presso  questo Conservatorio o altre ISSM, purché in riferimento con il curriculo richiesto.
I candidati risultati idonei alle prove relative al corso per il quale chiedono l’ammissione, in assenza di certificazione o di titoli di studio relativi alle materie teoriche del previgente ordinamento (Teoria e Solfeggio, Cultura  musicale  generale‐armonia  complementare)  o alle  materie  teoriche  frequentate presso  Licei Musicali, dovranno sostenere dei test di accertamento (vedi “Facsimile Test Teoria della Musica, Facsimile Test di Armonia presente nella pagina Ammissione al Conservatorio di questo sito web al capoverso Ammissione al Triennio accademico”). Sono esonerati dall’obbligo del test sulle competenze di base in Teoria e Solfeggio e Armonia, gli studenti che hanno conseguito la Maturità nel Liceo Musicale “C. Marchesi” di Padova. La Commissione, ai sensi del D.M. n. 382 dell’11 maggio 2018, valuterà le competenze dello studente tramite due prove e un colloquio conoscitivo e motivazionale. La prima prova consiste nell’esecuzione di un repertorio definito dal Decreto citato (Tabella B) e la seconda prova verterà su un Test di competenze nell’ambito della Teoria e Solfeggio e l’Armonia. In ogni pagina di ogni singola disciplina sono riportati riferimenti precisi riguardanti le tipologie di prove, ivi inclusi due esempi di Test per le materie teoriche. Qualora la Commissione accertasse la presenza di debiti formativi in qualunque tra le prove effettuate, rimanderà lo studente al Corso Propedeutico AFAM al primo o al secondo anno, a seconda dell’entità dei debiti attribuiti. Una delle caratteristiche primarie del D.M. 382/2018 è l’eliminazione della possibilità di iscriversi al Triennio di primo livello con debiti formativi. La ratio per cui è stato attivato per Decreto il Corso Propedeutico è quella di eliminare lo status di studente in OFA.

Per gli studenti stranieri la conoscenza della Lingua Italiana è requisito necessario per la frequenza al Conservatorio. La verifica della conoscenza della lingua italiana è prevista per gli studenti stranieri che risultino idonei e ammessi alla frequenza dei corsi del Conservatorio. In caso di non idoneità, sarà quantificato e attribuito un debito formativo in ragione del livello di competenza accertato. Per gli studenti ai quali sia stato attribuito il debito formativo, il Conservatorio potrà attivare un corso di Lingua italiana.

Non sono previsti limiti d'età massima per l'accesso.

 

 

 

Esami di ammissione

Prima prova esame di ammissione (ai sensi del D.M. n. 382/2018 Tabella B)

Prova strumentale

Studi tratti dal seguente repertorio:

  • F. SOR, Studi tratti dalle op. 6 (nn. 3, 6, 11 e 12), op. 29 (nn. 13, 17, 22 e 23), op. 31 (nn. 16, 19, 20 e 21) e op. 35 (n. 16)
  • M. GIULIANI, Studi op. 111
  • N. COSTE, 25 studi op. 38
  • E. PUJOL, Studi dal III o IV libro della Escuela razonada de la guitarra
  • H. VILLA-LOBOS, 12 studi Studi di autore moderno o contemporaneo
  • Programma comprendente un brano contrappuntistico rinascimentale o barocco (originale per liuto o strumenti assimilabili), un brano dell'Ottocento e uno moderno o contemporaneo
  • Lettura a prima vista: Esecuzione di un semplice brano polifonico assegnato dalla commissione.

Seconda prova teorica

I fac simile dei test in Teoria della Musica (teoria e Solfeggio) e Armonia sono disponibili al paragrafo “Accertamento delle competenze per l’accesso al Triennio” presente sulla pagina del sito “Ammissione al Conservatorio”. 
E’ sufficiente cliccare su “Test di Teoria della musica e Test di Armonia” per accedere a due esempi di esame.

 

 

PROGRAMMI PRASSI ESECUTIVA E REPERTORIO

Esame I° anno

  1. Una composizione  di rilevante impegno contrappuntistico trascritta dalle opere originali per liuto        rinascimentale o vihuela.
  1. Uno Studio di F.Sor scelto dalla commissione fra tre presentati dal candidato tratti dall’op.6(esclusi n.1,2,8) o op. 29.
  1. Due composizioni scelte dalla commissione fra quattro presentate dal candidato tratte dalle seguenti opere:

         -N.Coste: Studi op.38

         -L.Legnani: 36 Capricci op.20

         -N.Paganini: 37 Sonate M.S.84

         -M.Giuliani: Giulianate op.148

         -J.K.Mertz: Bardenklange. 

  1. Uno Studio di H.Villa-Lobos.
  1. Uno Studio a scelta tra quelli di B.Bettinelli, S.Dodgson-H.Quine, A.Gilardino.
  1. Una composizione originale per chitarra di autore moderno o contemporaneo.

*Almeno una delle prove dovrà essere eseguita a memoria.

Esame II° anno

  1. Una composizione  di rilevante impegno contrappuntistico trascritta dalle opere originali per liuto        rinascimentale o barocco, o vihuela.
  1. Due tempi di una Suite o Partita di J.S.Bach trascritta dalle opere originali per liuto o altro     strumento.
  1. Un Tema e variazioni,o Fantasia,o Sonata,o Pot-pourri del primo ‘800.
  1. Una o più composizioni di stile tardo-romantico,per una durata di 10 minuti circa.
  1. Uno studio di H.Villa-Lobos.
  1. Una composizione di autore segoviano.
  1. Una composizione per chitarra di autore moderno o contemporaneo.

*Almeno una delle prove dovrà essere eseguita a memoria.

Esame III° anno

  1. J.S.Bach: una Suite o Partita trascritta dalle opere originali per liuto o altro strumento,o Preludio-Fuga-Allegro BWV 998,o Fuga BWV 1000.
  1. Un’opera da concerto del  IXX°sec.
  1. Un’opera da concerto scelta tra quelle di M.Castelnuovo-Tedesco, M.Ponce,F.Moreno- Torroba, J.Turina,A.Tansman.
  1. Una importante composizione per chitarra di autore moderno o contemporaneo.

Almeno una delle prove dovrà essere eseguita a memoria.

Non potranno essere presentati brani già eseguiti in precedenti esami,ad eccezione dei brani di J.S.Bach.

Prova finale

Prova interpretativo-esecutiva:

  • un recital chitarristico della durata compresa tra i 50 e i 70 minuti,comprendente importanti opere del repertorio concertistico,concordate con il docente di Prassi esecutive e repertori.La prova potrà contenere anche composizioni già eseguite in precedenti esami(al massimo tre),e almeno un brano dovrà essere eseguito a memoria;

Prova teorica:

  • discussione di un elaborato riguardante gli aspetti storici,stilistici e formali delle composizioni eseguite nel recital.