Sabato, 20 Aprile 2024

Omaggio al musicista e compositore nel 30° anniversario della morte

Auditorium Pollini, ore 18
ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili




WOLFANGO DALLA VECCHIA

da Sette Corali in onore di J.S. Bach (1985)
n° 1 Christus, der uns selig macht (Cristo, che ci fai beati)
n° 2 Christus, der uns selig macht (alio modo)
n° 3 Christus, der uns selig macht (alio modo)
n° 6 Jesu, der du meine Seele (Gesù, Tu che l’anima mia)
 

Inno a Cristo* (1983)
 
Salve Regina* (1964)

Gaudeamuscorale (1974)

* Luisa Giannini soprano
Silvio Celeghin organo

 
Pièce thématique (1985, 1988)

Giovanni Dalla Vecchia violino
 

Variazioni sopra un tema della Perséphone di Stravinsky, 9 variazioni per pianoforte (1955)
 
Giovanni Tirindelli pianoforte
 

Gorgo, “assolo” per strumenti a percussione (1993)
edizione critica a cura di Stefano Bellon, Massimo Pastore, Alessandro Cozza

Alessandro Cozza percussioni




Wolfango Dalla Vecchia
(1923-1994), nato a Roma e scomparso a Padova, è una figura di spicco nel panorama musicale del XX secolo. Ha ricevuto formazione in organo e composizione da Fernando Germani e Goffredo Petrassi, conseguendo il diploma a Roma nel 1948. Ha studiato anche letteratura latina con Concetto Marchesi e ha ottenuto la laurea in filosofia nel 1945 a Padova.

Conosciuto come organista, compositore, direttore d'orchestra, musicologo e insegnante di organo e composizione presso vari Conservatori, tra cui quelli di Bologna, Bolzano, Venezia (in cui ha introdotto una nuova didattica della composizione) e Padova. Ha ricoperto il ruolo di Direttore del Conservatorio di Padova, è stato co-fondatore del Centro di Sonologia Computazionale dell'Università di Padova e ha diretto l'Istituto Musicale Canneti di Vicenza.

Dalla Vecchia ha anche avviato i Seminari Internazionali di Studi e Ricerche sul Linguaggio Musicale a Vicenza, ai quali hanno partecipato figure di spicco come Stockhausen, Kagel, Berio, Ferneyhough e Nono. Ha istituito e tenuto un corso libero di Teoria Generale della Composizione all'Istituto Musicale Benvenuti di Conegliano, il cui materiale è stato pubblicato postumo con lo stesso titolo.

Riconoscimenti importanti hanno coronato la sua carriera, come la nomina a Commendatore da parte del Presidente italiano Sandro Pertini nel 1985 e il conferimento del Premio San Vidal a Venezia nel 1988 per il suo contributo nel campo della spiritualità.

La sua vasta produzione musicale, edita principalmente da Zanibon (ora Armelin Musica Padova), comprende sessantadue opere tra musiche corali, opere vocali, composizioni orchestrali e da camera, pezzi per la scena, musica elettronica, brani per organo, pianoforte e altri strumenti.




 

Masterclass di percussioni - Emmanuel Séjourné
Venerdì, 24 Maggio 2024
24 e 25 maggio 2024
False relazioni
Sabato, 25 Maggio 2024
sabato 25 maggio, ore 18.00