Obiettivi formativi:
Al conseguimento del titolo i Diplomati Accademici di II livello in COMPOSIZIONE hanno sviluppato: personalità artistica ed elevato livello professionale che consente loro di realizzare ed esprimere i propri concetti artistici; una pienapadronanza degli stili e delle tecniche ad essi relative, del repertorio storico come della contemporaneità nella suamolteplicità, tale da consentire loro di prodursi in una vasta gamma di contesti differenti; conoscenza delle principalicorrenti musicologiche e padronanza dellanalisi musicale sia tecnica sia estetica; capacità: di comporre musiche in variambiti, stili e con una cifra distintiva e personale, nonchè di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprietendenze estetiche in una particolare area di specializzazione; di relazionare le conoscenze con abilità pratiche perrafforzare il proprio sviluppo artistico; di operare creativamente anche utilizzando le nuove tecnologie; o dirappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti artistici; di intraprendere in modo organizzato progettiartistici in contesti nuovi o sconosciuti, anche in staff con esperti di altre aree artistiche o del mondo produttivo
Sbocchi occupazionali:
Gli sbocchi professionali ineriscono alle molteplici attività che il corso intende sviluppare nei campi della Composizione, dell'elaborazione di nuove tecnologie strumentali, della regia del suono, della elaborazione editoriale di partiture contemporanee, della ricerca in ambito sonoro e musicale, dell'analisi e critica della musica contemporanea e nella preparazione di una collaborazione altamente qualificata presso enti, fondazioni, organizzazioni artistico-musicali.
Come accedere al corso:
Per essere ammessi ad un corso di diploma accademico di secondo livello è necessario possedere all'atto dell'immatricolazione uno dei titoli elencati di seguito:
- diploma di conservatorio dell’ordinamento previgente (congiuntamente al diploma di scuola secondaria superiore o ad un altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo)
- diploma accademico di primo livello
- titolo accademico di primo livello conseguito all’estero
- laurea dell’ordinamento previgente
- laurea triennale
- laurea conseguita all’estero.
È ammessa l’immatricolazione con riserva se il titolo richiesto sarà conseguito entro l’ultima sessione dell’anno accademico precedente a quello di immatricolazione.
Modalità esame di selezione
Prove scritte (*) in clausura con aula fornita di pianoforte (al candidato non è consentito l’utilizzo di apparecchiature informatiche):

1. Una delle seguenti proposte, a scelta del candidato, su traccia, testo, tema assegnati dalla Commissione:
a) Composizione contrappuntistica vocale a quattro voci con linguaggio modale;
b) Composizione contrappuntistica strumentale a quattro voci per tastiera (clavicembalo, organo, pianoforte) o per quartetto d’archi con linguaggio tonale.

2. Una delle seguenti proposte (prima parte di una Sonata, Fantasia, Preludio, Variazioni, Lied, etc.), a scelta del candidato, su tema, traccia e testo assegnati dalla Commissione:
a) Composizione pianistica;
b) Composizione per strumento solista e pianoforte;
c) Composizione per voce e pianoforte;
d) Composizione per quartetto d’archi (solo se non scelto come organico per realizzare la prova n° 1).

Per la realizzazione di ciascuna prova viene concesso un tempo massimo di 12 ore.

Prove esecutive:

1. Lettura al pianoforte, a prima vista, di una partitura orchestrale con organico classico e strumenti traspositori, a scelta della Commissione.
2. Esecuzione al pianoforte (*) di una composizione contrappuntistica a quattro voci, preceduta dal relativo eventuale Preludio o Toccata o Fantasia, di qualsiasi periodo storico a scelta del candidato.

Prova orale:

Valutazione delle competenze storico-stilistiche (forme, sistemi, linguaggi musicali e tecniche compositive) e tecnico-espressive relative all’uso della voce e di vari organici strumentali attraverso la discussione delle prove scritte, la presentazione di esercitazioni stilistiche e di almeno due brani, uno per quartetto d’archi e uno per organico strumentale a scelta composti dal candidato.

(*) Prove non richieste se il candidato è in possesso di diploma in Composizione (vecchio ordinamento), diploma accademico di primo livello in Composizione o se è studente, nell’a.a. di presentazione della domanda in corso, del 3° anno del corso accademico di primo livello di Composizione presso il Conservatorio di Vicenza.

CRITERI DI VALUTAZIONE
- Conoscenza della terminologia specifica, delle regole e dei procedimenti relativi alla disciplina.
- Correttezza ortografica, grammaticale e sintattica.
- Coerenza strutturale e stilistica degli elaborati.
- Qualità musicale degli elaborati.
- Correttezza della lettura a prima vista e dell’esecuzione al pianoforte.
Profilo del corso di studio
Al conseguimento del titolo i Diplomati Accademici di II livello in COMPOSIZIONE hanno sviluppato: personalità artistica ed elevato livello professionale che consente loro di realizzare ed esprimere i propri concetti artistici; una pienapadronanza degli stili e delle tecniche ad essi relative, del repertorio storico come della contemporaneità nella suamolteplicità, tale da consentire loro di prodursi in una vasta gamma di contesti differenti; conoscenza delle principalicorrenti musicologiche e padronanza dellanalisi musicale sia tecnica sia estetica; capacità: di comporre musiche in variambiti, stili e con una cifra distintiva e personale, nonchè di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprietendenze estetiche in una particolare area di specializzazione; di relazionare le conoscenze con abilità pratiche perrafforzare il proprio sviluppo artistico; di operare creativamente anche utilizzando le nuove tecnologie; o dirappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti artistici; di intraprendere in modo organizzato progettiartistici in contesti nuovi o sconosciuti, anche in staff con esperti di altre aree artistiche o del mondo produttivo