Sbocchi occupazionali:
Ai tradizionali sbocchi professionali della carriera artistica e della produzione ed edizione musicale, si affiancano le professionalità legate al design e alla comunicazione presso gli enti e gli istituti culturali pubblici e privati e le fondazioni, moltiplicatesi grazie alla pervasività delle tecnologie e delle reti in ogni ambito dell'esistenza.
Le nuove professionalità necessitano sempre più, oltre alla competenza specifica, la creatività, il giudizio estetico e la capacità di risolvere in maniera innovativa i problemi trasformandoli in opportunità di crescita. Da questo punto di vista il percorso di studi biennale fornisce tutti gli strumenti concettuali e operativi necessari.
Come accedere al corso:
Per essere ammessi al “Corso di Diploma Accademico di II livello in Tecniche informatiche di analisi e valorizzazione dei materiali musicali” è richiesto uno dei seguenti titoli:

• Diploma di Conservatorio di I livello accademico;

• Diploma di Conservatorio del vecchio ordinamento congiuntamente a un Diploma di Istruzione secondaria superiore o di altro titolo di studio equivalente conseguito all'estero;

• Laurea o diploma conseguito all’estero riconosciuto idoneo.

Non sono previsti limiti d'età per l'accesso.

Per gli studenti stranieri e che non sono in possesso della cittadinanza italiana è obbligatoria la verifica della conoscenza della lingua italiana che si svolgerà durante l’esame di ammissione. Chi non supererà tale prova dovrà frequentare un corso di lingua italiana che potrà essere organizzato da questo Conservatorio. Potranno essere riconosciuti come crediti formativi ulteriori conoscenze ed esami sostenuti presso la stessa o altri istituzioni, purché connessi con il corso richiesto.


Modalità esame di selezione
Musica elettronica curvatura Tecnico del Suono

Presentazione, ascolto e discussione di due master audio realizzati dal candidato, anche di prodotti audio per il video, di cui una stereo e l’altra possibilmente multicanale. Uno dei due brani può integrare una parte di live electronics (concordando preventivamente le modalità di esecuzione).
Colloquio per verificare la conoscenza degli strumenti tecnici ed informatici per la ripresa, l’editing e la post-produzione audio (o audio per il video) e atti alla elaborazione del suono in tempo reale e differito e delle problematiche ad esse connesse. Se richiesto dalla commissione, il candidato dovrà poter fornire al computer le varie sessioni di lavoro dei brani presentati.
Per i candidati non in possesso di Diploma Accademico di I livello in Musica Elettronica o Musica Applicata, può essere assegnata una ulteriore prova scritta o venir richiesta l’analisi tecnica di un brano elettroacustico (o solo di una sezione) fornito dalla commissione in sede d’esame.

Su richiesta da parte del candidato in fase di presentazione della domanda di ammissione, la preparazione dei contenuti potrà avvenire attraverso lo studio di testi di riferimento successivamente indicati.

Musica elettronica curvatura Composizione Elettroacustica.

Presentazione, ascolto e discussione di due composizioni originali (o di elaborazioni originali di brani pre-esistenti) realizzate dal candidato nell’ambito della musica elettronica e/o elettroacustica, di cui una stereo e l’altra possibilmente multicanale. Uno dei due brani può integrare una parte di live electronics (concordando preventivamente le modalità di esecuzione).
Colloquio per verificare la conoscenza degli strumenti informatici per la composizione, l’editing e la post-produzione audio (o audio per il video) e atti alla elaborazione del suono in tempo reale e differito. Se richiesto della commissione, il candidato dovrà poter fornire al computer le varie sessioni di lavoro dei brani presentati.
Verificare della conoscenza da parte del candidato della musica del novecento e della storia della musica elettroacustica.
Per i candidati non in possesso di Diploma Accademico di I livello in Musica Elettronica o Musica Applicata, può essere assegnata una ulteriore prova scritta o venir richiesta l’analisi tecnica di un brano elettroacustico (o solo di una sezione) fornito dalla commissione in sede d’esame.

Su richiesta da parte del candidato in fase di presentazione della domanda di ammissione, la preparazione dei contenuti potrà avvenire attraverso lo studio di testi di riferimento successivamente indicati.